RACCONTI 2


Negli scritti di questo libro, l’autore “urla” “... Dio è morto” (ma allora Alessandro Magno non era di stirpe divina, malgrado le pruriginose fantasie materne!). Urla ad Odisseo “... perché non affretti il tuo ritorno ad Itaca petrosa” (nel frattempo l’eroe langue sul seno di due dee). Così è pure nei “Pensieri in libertà su Pablo Neruda”: l’autore ne ammira l’opera, lo affascina la sua volontà ed il corso di vita in amore ed in politica, lo ama quando si pone a paladino della libertà degli oppressi, ma nell’intimo ne critica lo stile di vita, tipico di molti artisti! Infine, dal suo letto d’ospedale (autobiografico) continua a domandarsi: “Esiste il libero arbitrio?” o è tutto già scritto, predisposto? Ricorre il “leit motiv” delle sue opere: la punizione, la sublimazione, la catarsi: tutto scontato?
Mario Gabassi, nella mimica espressiva attuale tra il sorridente e l’ironico, impostazione dominante nei suoi scritti.
Tale filosofia dimostra la volontà dell’Autore di impegnarsi al di sopra delle parti, alle quali lascia però sempre poco arbitrio, pure lodandone valori, desideri ed amore di “virtute e conoscenza”.

Autore: Mario Gabassi
Formato 15 x 21 cm - copertina a colori – 100 pp. in BN

PREZZO 10 € (+ spese di spedizione, maggiori info su Acquisti on-line)